“ Vogliamo che il nostro Consorzio rappresenti un marchio di qualità rivolto sia alle strutture ricettive e della ristorazione che hai clienti finali, trasmettendo quel senso di sicurezza ed igiene della biancheria lavorata da aziende industriali che adottano tutte le accortezze necessarie a garantire un servizio professionale e rispettoso dell’ambiente”

Massimo Gentili

Il Consorzio rappresenta oggi la principale realtà nazionale di aggregazione d’imprese nel settore delle lavanderie industriali con un fatturato complessivo che supera i 60 milioni di euro e un numero di addetti, in prevalenza femminile, che raggiunge le 1.100 unità.

I soci sono tenuti ad un ferreo rispetto di un Regolamento interno che disciplina una buona prassi di conduzione aziendale nel rispetto dell’ambiente, della qualità e del pulito.

Beneficiano di tale impostazione non solo i ristoratori e gli albergatori ma anche e soprattutto i consumatori finali che utilizzando le strutture servite dal consorzio potranno contare su una biancheria controllata fin dalla prima fase del lavaggio rispettando tutte le normative igieniche ed ambientali previste dalle normative nazionali.

Infatti tutte le aziende aderenti al consorzio subiscono uno stretto controllo sul rispetto delle principali normative nazionali in tema di sicurezza, ambiente e risparmio energetico in modo da garantire che il prodotto offerto rispetti l’ambiente in cui viviamo.

Il Consorzio delle Lavanderie Toscane investe molto anche sui processi di sanificazione che consistono nel rendere completamente igienizzato il capo offerto ai propri clienti.

“Sanificazione significa la garanzia di pernottare o mangiare utilizzando una biancheria che tuteli la salute del consumatore”.